Sentiero Balcone Rivotti – Gias Nuovo Fontane

Questo Sentiero si sviluppa a Groscavallo (AT), in Val Grande, la più settentrionale delle Valli di Lanzo, a 50 km da Torino.  Lunga soltanto 17 km, è incorniciata dal suggestivo gruppo montuoso delle Levanne. Si tratta di un itinerario facile ma di notevole interesse panoramico, adatto a tutta la famiglia, con piacevoli scorci sui boschi dell’alta valle e sulle vette della Levanna Orientale. Il percorso parte da Borgata Rivotti e attraversa con una leggera salita boschi e pianori, incontrando caratteristici alpeggi e curiose formazioni rocciose. Il punto di partenza si raggiunge in auto superando l’abitato di Frazione Pialpetta di Groscavallo e prendendo a destra in direzione di Rivotti – Alboni. Dopo circa 600 mt al bivio si svolta a sinistra seguendo l’indicazione per Rivotti; dopo 2 Km si può parcheggiare presso la bacheca.

Il percorso a piedi inizia prendendo la stradina che si addentra nella borgata Rivotti e oltrepassa la Cappella della Madonna della Visitazione. Imboccate il Sentiero che passa presso la centralina elettrica e a monte di un ripetitore risalite i prati fino a raggiungere la strada sterrata. Da questo punto basta seguire lo sterrato per circa 6 km, fino a raggiungere Gias Nuovo Fontane e l’Alpe Le Moie; volgendo lo sguardo a monte si può riconoscere il Vallone dell’Alpetto, sovrastato dal Monte Morion. Superati due tornanti ed oltrepassato il costone di Pra Longis, inizia il vero tratto panoramico del percorso, con ampie vedute sulla valle e con possibilità di osservare svariate testimonianze di forme glaciali, come le morene e le rocce montonate nel Vallone di Sagnasse. Ma la prima sorpresa in cui ci si imbatte è la famosa “pera ciapel”, una geostruttura formata da blocchi rocciosi sovrapposti in equilibrio. Nella parte opposta della valle si nota il Bec Ceresin, enorme monolite rimasto isolato nel corso dei secoli dal resto delle strutture orografiche. Continuando la camminata, la vista si apre sul Vallone della Gura fino a raggiungere Gias Nuovo Fontane; da qui lo sguardo abbraccia  la testata della valle e la cresta di confine con la Francia, mentre sul lato opposto si può ammirare il selvaggio Vallone di Sea, che da Forno conduce ai piedi della Ciamarella. Per ritornare al punto di partenza, si ripercorre lo stesso itinerario. Nella stagione invernale questo tracciato si presta anche per una piacevole camminata con le ciaspole; in presenza di neve si consiglia comunque di prendere subito alla partenza la strada sterrata a destra, se raggiungibile (in alternativa si può arrivare a Borgata Rivotti a piedi), per poi tenere sempre la sinistra ai bivi successivi, allungando il percorso di circa 1 Km.

A Groscavallo, in Località Fermata Alpi Graie, troverai ad accoglierti il  B&B Fermata Alpi Graie, dove potrai concederti una pausa gastronomica di qualità e una nottata rigenerante nel silenzio della montagna. La piccola struttura ricettiva, in pietra e legno, è nata da quella che fu l’abitazione del pittore Giuseppe Sobrile ed è circondata dai paesaggi suggestivi che l’artista ha spesso immortalato nelle sue opere. Il B&B “Fermata Alpi Graie” si trova in Via G.C. Sobrile, 1 – 10070 Groscavallo (TO). Per info e prenotazioni scrivi a  fermatalpigraie@gmail.com  o chiama i numeri 0123 738128 – 339 8254669  https://www.facebook.com/fermatalpigraie

Note tecniche del Sentiero: 
Località di partenza/arrivo e Parcheggio: Borgata Rivotti – Groscavallo – 10070 (TO)

Difficoltà: T (Turistico)

Tempo di percorrenza: 2 ore e un quarto circa

Dislivello: 530 mt

Welcome Piemonte - Valentina Mazzola, guida turistica e giornalista.

Leave a Reply

*

captcha *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.